Lo Standard: del Bovaro del Bernese

Cos'è lo Standard?

Lo Standard è la descrizione accurata dell'aspetto morfologico dei cani appartenenti a una determinata razza: vi vengono delineati l'aspetto generale, la conformazione della testa, la costituzione del corpo, il tipo di mantello, il movimento, il carattere e le attitudini.

Il risultato di questa stesura è la descrizione di un modello di cane che è strumento di riferimento per gli allevatori e mezzo per conoscere le caratteristiche generali che costituiscono la tipicità di una determinata razza.

Testa:
Possente e ben proporzionata al tronco, occhi di colore bruno scuro, orecchie attaccate alte, di forma triangolare e arrotondate alla punta.

Muso:
Rettilineo e di media lunghezza.

Collo:
Vigoroso, muscoloso, di lunghezza media.

Corpo:
Forte, robusto e compatto. La lunghezza del tronco supera del 10% l'altezza al garrese che in un maschio va dai 64 ai 70 cm (l'altezza ideale è 66-68 cm) e in una femmina dai 60 ai 66 cm (l'altezza ideale è di 60-63 cm).
Torace ampio, petto ben in evidenza.

Mantello:
Lungo, liscio o leggermente ondulato, di colore nero intenso con focature bruno-rossastre alle guance, sugli occhi, sulle quattro zampe.
Macchie bianche ben delineate sul muso, sulla testa e, a forma di croce, sul petto. Molto apprezzata la punta della coda bianca.

Arti:
Di eccezionale robustezza, in appiombo, piedi corti, arrotondati, con dito ben chiuso, danno un movimento sciolto, allungato e regolare all'andatura.

 

Bello nella sua normalità

Scriveva di lui il Professor Albert Heim, il maggior conoscitore e studioso dei cani di razza Svizzera.

Di lui si può dire che per essere sereno ed appagato deve lavorare; che è ingegnoso senza una gran fantasia, ma preciso ed affidabile.
Insomma... è uno che 'tira la carretta volentieri' !

Il bravo e laborioso Bovaro del Bernese si è adattato a fare mille lavori nella sua ormai lunga esistenza: cominciò arrivando "emigrante" dall'Italia, come guardiano delle mandrie destinate alla sussistenza delle legioni romane.
Questi cani avevano molteplici mansioni lavorative: mandriani, pastori, guardiani del bestiame e a volte, combattenti nelle arene per il divertimento dei legionari...

Questo generoso cagnone, servizievole e generoso, piacque così tanto ai contadini Celti, che rimase nelle allora "inospitali" Alpi.
Le montagne divennero immensi pascoli per bovini, e i contadini diventarono mandriani e poi casari; salivano in pascoli sempre più alti, isolati dal resto del mondo... e il bernese diventò compagno e confidente dell'uomo...
Di notte teneva alla larga i ladri, e di giorno radunava il bestiame, chiamava a rapporto le vacche da mungere, portava il latte alla malga e il formaggio in forme al paese, trainando un carretto per lunghi mesi, a basse temperature ed immerso nella neve fino al naso!!

Che responsabilità aveva il nostro cagnone: portava al paese tre o quattro forme di Emmenthal (una fortuna economica) oppure due bidoni colmi di latte appena munto... si racconta anche che molte volte il cane scendesse in paese da solo, dove ad attenderlo c'era il commerciante che provvedeva allo scarico del latte e del formaggio.

In questo evolversi di condizioni, il bernese cambiò anche il carattere: dovendo lavorare e sgobbare tutto il giorno, al Bernese passò la voglia di litigare per banali motivi...
Non è aggressivo, è intelligente, allegro, socievole, affettuoso e... bello bello bello!!!

Si presenta tranquillo e pacato, forse memore delle fatiche dei tempi passati e nelle nostre case, sonnecchia nel suo angolo preferito, ma sempre vicino a noi!
Per non farlo cadere nel baratro della noia però, è indispensabile fargli fare delle salutari e lunghe passeggiate, qualche bel corso di agility o di obedience per tenerlo occupato e farlo divertire, e perchè no, farlo sentire utile con attività di soccorso o di riabilitazione per portatori di Handicap.

 

Sei anche tu un appassionato di questa splendida razza? Iscriviti al Club!

Se hai un amore sconfinato verso il Bovaro del Bernese, se vorresti aiutarci nel nostro intento e se desideri sostenere le nostre iniziative,allora sei pronto ad entrare a far parte del nostro Club!

L'iscrizione è ad un solo click di distanza, trovi tutte le informazioni nella sezione 'contatti".

Stampa pagina | Torna su

 

banner
© 2008 - 2010 - C.A.B.B.I - Staff Login - Site credits